WP
WP
Cronaca

Allerta Protezione Civile, nessun problema per l'Ofanto

Abusivismo ed eternit, interventi fantasma della Provincia

L'Ofanto scorre regolarmente nel suo piccolo letto, di alto c'è solo l'allerta lanciata ieri in serata dalla Protezione Civile. Affermare che il fiume potesse straripare non è corretto, perché in caso di piena avrebbe semplicemente ripreso il suo corso col tempo ostacolato da vigne e colture a vista d'occhio abusive.

Due sono i punti presi in considerazione, entrambi al confine di Margherita di Savoia. Il primo è vicino allo svincolo per Barletta, lungo la statale 159, dove è possibile andare con l'auto oltre quelli che di regola sono gli argini del fiume. Al di là dei terreni coltivati e delle vigne, visibili da chiunque arrivi sul posto, c'è un cumulo di eternit e alle spalle l'acqua dell'Aufidus, come lo chiamavano i latini, che scorre senza alcun problema. Ma questa situazione, non certo regolare, pare che non valga più la pena neanche di raccontarla, visti i numerosi comunicati della Provincia che da tempo garantisce, in qualità di organo gestore, di avere dei fondi pronti a essere stanziati per il parco regionale e di aver addirittura incrementato i controlli. Evidentemente, lo Stato ha dato in gestione il letto del fiume a degli agricoltori e a noi è sfuggita questa notizia, oppure gli abusivi vanno a scaricare l'eternit e coltivare la vigna durante il cambio di guardia e quindi riescono a farla franca. Stesso scenario per il punto che si affaccia dal Caposaldo Cittiglio, lungo la strada per Canne della battaglia, dove sembrerebbe di essere nei terreni un'azienda vinicola, invece si è nel punto in cui durante l'ultima piena stava scorrendo il fiume.
WPWPWPWPWPWPWPWPWP
  • fiume ofanto
Altri contenuti a tema
Fiume Ofanto in piena, un metro dal livello di guardia Fiume Ofanto in piena, un metro dal livello di guardia Dispiegamento di forze per monitorare la situazione
Fiume Ofanto, finanziamento di 200 mila euro per Piano Parco Fiume Ofanto, finanziamento di 200 mila euro per Piano Parco Incrementare attività di gestione area naturale protetta
Letto del fiume Ofanto, rampa di cemento per guadarlo Letto del fiume Ofanto, rampa di cemento per guadarlo Fatta 10 anni fa nel cuore del parco. Autorità non vigilano
Parco nazionale, ciò che il fiume Ofanto ha lasciato Parco nazionale, ciò che il fiume Ofanto ha lasciato Eternit, fango e rifiuti. Vigne abusive occupano il letto
Fiume Ofanto, ripreso il suo naturale corso. Esondazione colpisce vigne abusive Fiume Ofanto, ripreso il suo naturale corso. Esondazione colpisce vigne abusive Strada fra Margherita e San Ferdinando colpita. Trinitapoli per ora non è stata coinvolta
Fiume Ofanto in piena, l'acqua a tratti supera gli argini. Non è straripato Fiume Ofanto in piena, l'acqua a tratti supera gli argini. Non è straripato Letto occupato da vigneti. Pericolo in caso di abbondanti piogge
​Passi in avanti per il progetto di risanamento dell’Ofanto ​Passi in avanti per il progetto di risanamento dell’Ofanto Incontro in Regione: al via la manutenzione straordinaria degli argini
© 2001-2019 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.