Agricoltura
Agricoltura
Territorio

Contratto Collettivo Provinciale di Lavoro per gli operai agricoli e florovivaisti

Nota stampa sindacale

Fai, Flai e Uila di Bari e Bat svolgeranno due assemblee per l'approvazione dell'ipotesi di piattaforma per il rinnovo del Contratto Collettivo Provinciale di lavoro per gli operai Agricoli e Florovivaisti con validità 01/01/2020 - 30/12/2023. La prima si svolgerà a Bari, domani 24 Settembre alle ore 17:00, presso la sala riunioni della UIL di Puglia e di Bari in Corso A. Gasperi 226. La seconda si svolgerà Mercoledì 25 settembre ore 17:00 presso la sede della CGIL di Andria in Piazza Di Vittorio, 17.

"Un contratto di lavoro che interessa nelle due province circa 60.000 tra lavoratori e lavoratrici, confermando la Provincia di Bari e Bat tra le più dinamiche della Puglia: infatti pur all'interno di una crisi che ha interessato quasi tutti i settori produttivi, il settore agricolo costituisce eccezione, come dimostrato anche dall'aumento degli addetti al settore" sostengono i Segretari Generali.

"In un sistema di relazioni sindacali strutturato, riteniamo fondamentale il rinnovo del Contratto provinciale di Lavoro per gli operai agricoli e florovivaisti al fine di rispondere alle sfide ed alle esigenze di un sistema agricolo in evoluzione, consapevoli che il miglioramento delle condizioni normative ed economiche dei lavoratori incrementa certamente il benessere degli stessi ed insieme la competitività delle aziende".

"Sarebbe pertanto opportuno, e lungimirante, creare le condizioni affinché sia incentivata una contrattazione che sappia meglio coniugare le esigenze di produttività, efficienza, qualità e competitività dell'impresa con la valorizzazione delle risorse umane" concludono i rispettivi Segretari Generali".
    © 2001-2019 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.