Puttilli
Puttilli
Territorio

Puttilli attacca sul centro Padre Pio

Il consigliere di minoranza: «A rischio la permanenza del centro»

Il capogruppo dell'opposizione Salvatore Puttilli è intervenuto sulla questione legata al centro di riabilitazione motoria Padre Pio: «La Giunta Lamacchia colpisce ancora. Dopo circa 30 anni, con Delibera di Giunta n. 4 del 8.01.2014, il Comune di San Ferdinando di Puglia ha inteso porre fine alla cessione in uso, a titolo gratuito, dello stabile di Rescigno al Centro di Riabilitazione Motoria Padre Pio. Sembrerebbe a rischio, a questo punto, la stessa permanenza del Centro a San Ferdinando con le conseguenti e negative ricadute occupazionali e con grave pregiudizio delle esigenze degli sfortunati utenti del Centro stesso. Mentre si spende e si spande e si contraggono nuovi mutui che appesantiscono il bilancio dell'Ente, lo stesso Ente, si vede costretto a "raschiare il barile" su quello che da più di trent'anni è considerato un fiore all'occhiello dell'assistenza riabilitativa territoriale. È questa l'ennesima dimostrazione di insensibilità di questa compagine amministrativa la quale sembra compiacersi del fatto che la città possa essere contrariata rispetto alle proprie scelte. Vorremmo poi capire, cosa è cambiato rispetto alla Delibera di Consiglio del 2004 laddove, a giustificazione del comodato d'uso gratuito della struttura comunale, testualmente veniva affermato quanto segue «è nell'interesse della collettività che la Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus, continui a svolgere la sua utilissima e meritoria attività sul territorio a vantaggio della comunità, così come ha fatto sin dal 1982». Tutto però ha un limite e i nodi, prima o poi, vengono al pettine: se si sceglie di puntare soprattutto sugli investimenti, si è costretti a tagliare la spesa sui servizi alla città, sbagliamo, o si chiamavano "città solidale"?»
    © 2001-2019 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.