Ambulanza
Ambulanza
Territorio

Centrale 118 della Bat, Ventola: «Ancora in stallo. Si garantisca la sanità regionale»

In Commissione sanità interviene anche Di Bari: «Non si perda tempo»

Si è discusso dell'istituzione della centrale operativa 118 nel territorio dell'ASL BT, avanzata dal consigliere Francesco Ventola (FdI) nel corso della seduta di audizioni in Commissione sanità presieduta da Mauro Vizzino.

L'audizione si è resa necessaria a seguito del non conseguimento di quanto previsto da una norma approvata in sede di bilancio 2021. Per legge è stata infatti introdotta l'istituzione della sesta centrale operativa 118 la cui sede dovrà essere nel territorio di competenza della ASL BT. La Giunta regionale, entro sei mesi avrebbe dovuto provvedere all'attuazione, i cui oneri finanziari sono a carico del fondo sanitario regionale.

Sulla questione è intervenuto il direttore generale dell'Asl BT, Alessandro Delle Donne, il quale ha ribadito l'utilità della centrale operativa 118 nel territorio della BAT e ha rilevato che l'azienda sanitaria ha provveduto all'esecuzione di tutti gli atti necessari. Tocca adesso alla Regione individuare la locazione. Sarà dunque l'assessore alla sanità Pierluigi Lopalco a stimolare gli uffici, affinchè si giunga ad una soluzione di carattere tecnico per l'avvio della centrale operativa.

Sempre su sollecitazione del consigliere Ventola è stata affrontata anche la problematica relativa alle cosiddette "zone carenti" per i territori di Canosa e di Trani, con l'implementazione di cinque medici per ciascuna città al fine di garantire efficacemente i LEA per i servizi del 118.

Tale situazione – ha spiegato il dg dell'Asl BT – è frutto di provvedimenti della Giunta regionale con i quali è stata ridisegnata la rete dell'emergenza-urgenza, a seguito della quale furono istituiti i PTA di Trani e Canosa, senza provvedere ad alcun incremento delle unità. È necessario quindi il riconoscimento delle dotazioni organiche.
La Commissione tornerà ad aggiornarsi.

«Sei mesi e nessuna notizia della Centrale del 118 nella BAT. Il 22 dicembre scorso, il Consiglio regionale all'unanimità approvò la sua istituzione all'interno della manovra di bilancio di previsione 2021, l'articolo 27 imponeva sei mesi di tempo alla Giunta per la sua attivazione» - l'intervento del consigliere regionale Ventola alla scadenza dei sei mesi. «Per questo ho chiesto in Commissione Sanità l'audizione dell'assessore alla Sanità, Lopalco, e il direttore generale della Asl BAT, Delle Donne, per fare il punto della situazione per cercare di superare lo stallo.

Appare chiaro che il ricorso alla Corte Costituzionale è solo sulla carta un ostacolo all'attivazione. Lo stesso Dg della Asl ha spiegato che sono state puntualmente offerte ai giudici costituzionali tutte le risposte necessarie per superare il ricorso, che per altro interviene su una Legge regionale che è in vigore e quindi va attuata. E allora appare chiaro che lo stallo è tutto negli uffici dell'Assessorato che deve e può iniziare le procedure richieste perché anche la BAT, così come le altre provincie, sia dotata di una centrale del 118 e non debba dipendere da Bari e da Foggia.

Così come dipende sempre dall'Assessorato alla Sanità la mancanza del riconoscimento di 'zone carenti' per Trani e Canosa di Puglia; se ci fosse il Dg potrebbe assumere in pianta stabile 5 medici per ogni zona da destinare all'emergenza-urgenza, invece che andare avanti con contratti a tempo determinato che di fatto sono pannicelli caldi su problemi talmente grandi e vecchi da essere diventati freddissimi!

Per questo ho esortato l'assessore Lopalco ad attivarsi su entrambi i fronti nel più breve tempo possibile. Tra 20 giorni ci sarà un aggiornamento in Commissione. I cittadini della Provincia Barletta-Andria-Trani devo essere trattati alla stessa stregua di tutti i pugliesi, specie per quanto riguarda i servizi assistenziali e sanitari».

A margine dell'audizione in Commissione Sanità è intervenuta sulla questione anche la capogruppo del M5S Grazia Di Bari «L'istituzione della centrale operativa del 118 nella Bat è una questione di primaria importanza per tutto il territorio. In audizione l'assessore Lopalco ci ha assicurato che sarà avviata un'interlocuzione con il direttore del dipartimento salute regionale Montanaro e ho chiesto di essere aggiornati in Commissione Sanità sia sull'avvio di questa interlocuzione che su tutti i passi successivi.

In occasione dell'inaugurazione dei nuovi macchinari nell'ospedale Bonomo - continua Di Bari - ho avuto modo di ascoltare gli operatori del 118, che mi hanno parlato dell'enorme mole di lavoro di questo periodo, essendo il nosocomio di Andria l'unico no Covid della zona. Voglio ringraziarli ancora una volta per tutto quello che fanno. Non possiamo perdere più tempo, bisogna fare il possibile per dare seguito a quanto stabilito nell'art.27 della legge di Bilancio approvata lo scorso dicembre. Un impegno che va oltre la bandiera politica e deve vedere uniti tutti i rappresentanti del territorio».
  • Asl BT
Altri contenuti a tema
Al via in Puglia la campagna vaccinale antinfluenzale Al via in Puglia la campagna vaccinale antinfluenzale Priorità a operatori sanitari, soggetti a rischio, cronici e pazienti ricoverati in ospedali o RSA
Operatori no vax, Asl Bt sospende 21 dipendenti Operatori no vax, Asl Bt sospende 21 dipendenti Il commissario straordinario: "Un atto dovuto"
OSS precari Asl Bt, Caracciolo: "Trattativa va avanti, confido in buon esito" OSS precari Asl Bt, Caracciolo: "Trattativa va avanti, confido in buon esito" Possibile ricollocazione dei lavoratori in diverse mansioni
Campagna vaccinale, Fials Bat denuncia: "Non pagate le prestazioni aggiuntive" Campagna vaccinale, Fials Bat denuncia: "Non pagate le prestazioni aggiuntive" La Fials pronta ad adire le vie legali
Green Pass, tutte le strutture Asl Bt dotate di dispositivi di verifica Green Pass, tutte le strutture Asl Bt dotate di dispositivi di verifica Si aggiunge ai controlli già effettuati sulla misurazione della temperatura
Cure post Covid, Asl attiva servizio alle Terme di Margherita di Savoia Cure post Covid, Asl attiva servizio alle Terme di Margherita di Savoia Presentato il pacchetto day-service di riabilitazione respiratoria e polmonare
Presentato il Policlinico della Bat: il nuovo ospedale di Andria Presentato il Policlinico della Bat: il nuovo ospedale di Andria Il progetto illustrato a Castel del Monte
È stato climatizzato l'Hub vaccinale di San Ferdinando di Puglia È stato climatizzato l'Hub vaccinale di San Ferdinando di Puglia La Asl Bat sta procedendo alla climatizzazione dei centri in tutte le città
© 2001-2021 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.