Ruggiero Mennea
Ruggiero Mennea
Politica

Elezioni, Mennea e Amati presentano ricorso per annullare le liste del Pd

«Nel partito della legalità non si va in Parlamento con scelte illegali» le durissime parole dei due consiglieri regionali

Polemica molto accesa all'interno del Partito Democratico in Puglia in seguito all'annuncio delle candidature riservate ai dem alle prossime elezioni politiche del 25 settembre nei listini plurinominali e nei collegi uninominali di Camera e Senato.

«Abbiamo presentato un ricorso urgente alla Commissione nazionale di garanzia per annullare le liste del Pd in Puglia e modificarle. Se sei un partito che in Parlamento va per difendere la legalità non puoi nominare i parlamentari con atti illegali e modalità sessiste». Queste le durissime parole utilizzate dai consiglieri regionali Ruggiero Mennea e Fabiano Amati, ferocemente contrari alla formulazione delle candidature resa nota nelle ultime ore e in evidente dissenso rispetto alla scelta, avallata dal segretario nazionale Enrico Letta, di inserire in posizioni eleggibili personalità ritenute molto vicine al presidente della Regione Michele Emiliano (come il suo capo di gabinetto Claudio Stefanazzi e il vicepresidente Raffaele Piemontese) e riservare il posto di capolista per il Senato a Francesco Boccia (oltre che il numero 2 del listino Foggia-Bat per la Camera alla tranese Debora Ciliento, vicina allo stesso parlamentare biscegliese).

«Le liste del Pd per la Puglia, infatti, sono state composte in violazione delle seguenti regole: parità di genere perché composte con soli capilista uomini; mancanza di elezioni primarie o sistema di ampia consultazione (contendibilità); uguaglianza di tutti gli iscritti; designazioni collegiali; rappresentatività politica e territoriale; pubblicità della procedura di selezione; modalità democratica di approvazione delle candidature attraverso organi rappresentativi; rinunce e sostituzioni senza riconvocare la direzione nazionale» hanno aggiunto i due esponenti dem.

«Numerose violazioni, dunque, in grado di determinare l'annullamento delle liste dei candidati dei collegi plurinominali e uninominali per Camera e Senato della circoscrizione Puglia, così da permettere la ricomposizione delle liste con modalità legali, ossia in conformità agli Statuti del partito.
Auspichiamo un'immediata convocazione della Commissione nazionale di garanzia per la decisione del ricorso e senza alcuna esitazione.
E nessuno venga a dire che la questione è politica, perché la prima questione politica negli Stati democratici è la legalità: togli il diritto e lo Stato diventa una banda di briganti, avrebbe detto qualcuno molto più importante e più santo di noi» hanno concluso il barlettano Mennea e Amati.
  • ruggiero mennea
  • partito democratico
  • Pd
  • elezioni 2022
  • elezioni politiche
Altri contenuti a tema
Boccia: «Uniamo le forze per sconfiggere criminalità e baby gang» Boccia: «Uniamo le forze per sconfiggere criminalità e baby gang» Le parole del senatore biscegliese a margine dell'incontro con il Prefetto Riflesso
Elezioni, i 40 parlamentari eletti in Puglia Elezioni, i 40 parlamentari eletti in Puglia Nomi eccellenti nell'elenco, da Salvini a Carfagna passando per Fitto e Boccia
Elezioni, Caracciolo va giù duro: «Una sconfitta che fa riflettere» Elezioni, Caracciolo va giù duro: «Una sconfitta che fa riflettere» «Basta con i capicorrente che utilizzano il Pd a propria immagine e somiglianza con una logica perdente»
Elezioni, ecco come hanno votato i sanferdinandesi Elezioni, ecco come hanno votato i sanferdinandesi Centrodestra oltre il 50% dei voti, centrosinistra terzo alle spalle del Movimento 5 Stelle
Elezioni, l'affluenza registrata alle 19 a San Ferdinando di Puglia Elezioni, l'affluenza registrata alle 19 a San Ferdinando di Puglia Crollo netto rispetto al 2018
Elezioni, l'affluenza registrata a San Ferdinando di Puglia alle ore 12 Elezioni, l'affluenza registrata a San Ferdinando di Puglia alle ore 12 Calo di mezzo punto percentuale rispetto al 2018
L'Italia al voto: seggi aperti dalle 7 alle 23. Tutto quello che c'è da sapere L'Italia al voto: seggi aperti dalle 7 alle 23. Tutto quello che c'è da sapere Bisognerà presentarsi ai seggi muniti di documento di identità e tessera elettorale
Elezioni, tutti i candidati in corsa nei collegi uninominali e nei listini Elezioni, tutti i candidati in corsa nei collegi uninominali e nei listini I nomi dei pretendenti ai seggi per Montecitorio e Palazzo Madama che i sanferdinandesi troveranno sulle schede
© 2001-2022 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.