Salina
Salina
Territorio

Giornata Mondiale delle Zone Umide il prossimo 2 febbraio

«Ecosistemi a rischio, salvaguardiamali»

Escursioni guidate, convegni, volontariato, birdwatching, citizen science. Come ogni anno Legambiente celebra il prossimo 2 febbraio la Giornata mondiale delle zone umide, per ricordare la sottoscrizione della Convenzione di Ramsar del 1971, l'accordo internazionale sull'ambiente nato con lo scopo di conservare e gestire al meglio questi particolari ecosistemi naturali e per conservare e tutelare le zone umide quali ambienti fondamentali per la vita degli uccelli acquatici.

I circoli pugliesi di Legambiente hanno organizzato una serie di iniziative per portare attenzione, controllare e valorizzare paludi, torbiere, distese di acqua stagnante o corrente, dolce, salmastra o salata che oltre ad accogliere e conservare una ricca diversità biologica di uccelli, mammiferi, rettili, anfibi, pesci e invertebrati, garantiscono risorse di acqua e cibo e svolgono una funzione di mitigazione ai cambiamenti climatici.

Proprio per questo il tema di quest'anno è "La vita prospera nelle zone umide", uno slogan scelto per ricordarci che queste aree, ma più in generale i sistemi idrici, rappresentano un habitat fondamentale per una grandissima quantità e varietà di esseri viventi garantendo così la conservazione della biodiversità. Queste aree, in Italia, secondo il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, sono 65 e compongono un totale di 82.331 ettari. Allo stesso tempo, però, queste aree sono tra gli ecosistemi più rischio del pianeta a causa della pressione antropica e del riscaldamento globale.

"Le zone umide sono ecosistemi costantemente a rischio e il nostro compito è quello di salvaguardarli e proteggerli. – spiega il presidente di Legambiente Puglia, Francesco Tarantini – Queste aree accolgono una grandissima quantità di specie di avifauna importante per l'equilibrio dell'ecosistema ed è fondamentale che i cittadini imparino a conoscerlo, scoprirlo e proteggerlo. Ecco perché anche quest'anno desideriamo festeggiare la Giornata mondiale delle Zone Umide promuovendola nel nostro territorio coinvolgendo il più possibile cittadini e quanti si occupano di curare l'ambiente. Affinché si possa percepire e proteggere questa ricchezza che il nostro pianeta ci ha donato".
  • legambiente
Altri contenuti a tema
Puliamo il Mondo, anche San Ferdinando di Puglia aderisce all'iniziativa di Legambiente Puliamo il Mondo, anche San Ferdinando di Puglia aderisce all'iniziativa di Legambiente L'iniziativa si terrà in tutta Italia da venerdì 28 a domenica 30 settembre prossimi
Rapporto Ecomafia, Puglia terza nella classifica regionale dell’illegalità ambientale nel 2017 Rapporto Ecomafia, Puglia terza nella classifica regionale dell’illegalità ambientale nel 2017 Presentati questa mattina i dati del rapporto di Legambiente
Rapporto Ecosistema Urbano di Legambiente: dalla BAT dati mancanti o incompleti Rapporto Ecosistema Urbano di Legambiente: dalla BAT dati mancanti o incompleti Andria, Barletta e Trani non considerate nella classifica. Brindisi migliore in Puglia
“Puglia Eternit Free”, la campagna di Legambiente “Puglia Eternit Free”, la campagna di Legambiente Presentazione a Trani, progetto a costo "zero" per la Provincia
© 2001-2020 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.