Furto di olive
Furto di olive
Agricoltura

Olivicoltura in crisi, Cia Puglia e Op fanno appello alla Regione

Presentato all'assessore Pentassuglia un decalogo di richieste per denunciare e risolvere i problemi che attanagliano il settore

Una svolta nell'affrontare e nel risolvere i problemi dell'olivicoltura pugliese altrimenti il Motore trainante dell'agricoltura regionale potrebbe spegnersi. È quanto chiede, unita, la produzione olivicola organizzata della Puglia dopo l'audizione della quarta commissione consiliare.

Le più importanti organizzazioni di produttori regionali e nazionali per numero di soci e fatturato (Oliveti Terra di Bari, Associazione Provinciale degli Olivicoltori di Foggia, APOL Lecce e Assoproli Bari), in sinergia con Cia Puglia, hanno presentato all'assessore Pentassuglia un decalogo di richieste per denunciare e risolvere i problemi che attanagliano il settore.

In particolare, Cia Puglia e le Op chiedono di introdurre, da subito, per ridurre i flussi illegali di olio e olive, la registrazione immediata sul portale SIAN di tutte le movimentazioni di prodotto fuori provincia, oltre alla riduzione Del tempo massimo per la registrazione sul portale SIAN della trasformazione delle olive, e alla strenua difesa rispetto all'agguerrita concorrenza straniera, e per questo motivo invocano anche incontri con Agea e Repressione frodi.

Chiesti inoltre interventi per sostenere gli olivicoltori nell'affrontare l'incremento dei costi energetici resisi necessari per sostenere le produzioni in un anno caratterizzato da particolare siccità, e il sostegno a programmi di tracciabilità, di identificazione della qualità e di sicurezza alimentare promossi dagli operatori pugliesi.

L'olivicoltura pugliese, nel 2021, è stata messa in ginocchio da quella che può definirsi una crisi epocale, frutto di una vera e propria 'tempesta perfetta' causata da: basso prezzo delle olive e dell'olio, resa inferiore alla media, grandi difficoltà nel reperire la manodopera necessaria al raccolto. Si vende a 35-40 euro al quintale, anche nelle zone più a sud della Regione messe in ginocchio dalla Xylella. Mentre il primo olio prodotto ha una quotazione che oscilla fra i 3,80 euro e i 4 euro al litro. La qualità dell'extravergine appare eccellente in tutta la Puglia, ma si registra il 12-13% di resa (12-13 kg di olio per ogni 100 chilogrammi di olive) contro una media degli ultimi anni del 15-16%.

"La situazione è molto difficile e auspichiamo interventi concreti della Regione per sostenere il comparto agricolo più importante della Puglia", concludono Cia Puglia e le Op.
  • Cia Puglia
Altri contenuti a tema
Puglia olivicola in crisi, CIA: “Tavolo regionale per misure urgenti” Puglia olivicola in crisi, CIA: “Tavolo regionale per misure urgenti” Evidenziati prezzi bassi ma alti costi, scarsa manodopera e problematiche climatiche e strutturali
Agricoltura pugliese senza manodopera, l'allarme di CIA Puglia Agricoltura pugliese senza manodopera, l'allarme di CIA Puglia Forti ritardi nelle istruttorie delle richieste con il Decreto Emersione, inattuato il Decreto Flussi
Agricoltura senz'acqua nella Bat. Cia Puglia: "Persi finanziamenti, è emergenza idrica" Agricoltura senz'acqua nella Bat. Cia Puglia: "Persi finanziamenti, è emergenza idrica" Nessun progetto idrico per il territorio presentato nell'ambito del PNRR. “Si intervenga per ovviare a eventuali inadeguatezze delle strutture commissariali”
Rifiuti agricoli, firmato Accordo di programma per salvaguardia ambiente e agricoltura Rifiuti agricoli, firmato Accordo di programma per salvaguardia ambiente e agricoltura L'obiettivo è quello di garantire la corretta tracciabilità di materie plastiche
Uva da tavola,  Cia Puglia: “Crisi di sistema” Uva da tavola, Cia Puglia: “Crisi di sistema” Ai produttori riconosciuti prezzi medi inferiori a quelli del 2020, Carrabba: “Punto di non ritorno”
Siccità, CIA Puglia: "Regione chieda lo Stato di Calamità" Siccità, CIA Puglia: "Regione chieda lo Stato di Calamità" Diciannovemila apicoltori pugliesi chiedono interventi e sostegno, le api custodi di biodiversità
Puglia agricola, CIA Puglia denuncia: "Costi di produzione insostenibili" Puglia agricola, CIA Puglia denuncia: "Costi di produzione insostenibili" In difficoltà tutti i settori, le incognite per la stagione dell’uva e quella olivicola
Cia Puglia: “La regione si desertifica, col PNRR occorrono invasi e depuratori” Cia Puglia: “La regione si desertifica, col PNRR occorrono invasi e depuratori” Carrabba: “Questione idrica centrale: senz’acqua, agricoltura e zootecnia destinate a sparire”
© 2001-2021 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.