Accordo di programma su rifiuti agricoli
Accordo di programma su rifiuti agricoli
Attualità

Rifiuti agricoli, firmato Accordo di programma per salvaguardia ambiente e agricoltura

L'obiettivo è quello di garantire la corretta tracciabilità di materie plastiche

Firmato l'Accordo di programma sui rifiuti agricoli. Il vicepresidente di CIA-Agricoltori Italiani Puglia, Giannicola D'Amico, ha siglato l'atteso provvedimento a salvaguardia dell'ambiente e dell'agricoltura e grazie al quale saranno individuati i centri organizzati di raccolta.

L'obiettivo è quello di garantire la corretta gestione e la tracciabilità dei rifiuti agricoli di materie plastiche, semplificando gli adempimenti amministrativi a carico dei produttori agricoli.

L'intesa raggiunta tra Regione Puglia, Ager, Polieco e le associazioni di rappresentanza agricola mira a tutelare la salute delle persone e salvaguardare l'ambiente e l'attività agricola.

"CIA-Agricoltori Italiani della Puglia e Movimento agricoltura - spiega il vicepresidente D'Amico - sollecitavano, da tempo, un provvedimento in questa direzione per la gestione dello smaltimento dei rifiuti e si dichiaravano già disponibili a supportare e sensibilizzare gli operatori agricoli nell'utilizzo dei circuiti organizzati di raccolta per una corretta gestione dei rifiuti agricoli. Non posso che sottolineare il fattivo interessamento da parte dell'assessore regionale all'Agricoltura Donato Pentassuglia e del presidente della quarta Commissione Francesco Paolicelli, che avevano espresso il proprio favore verso un'iniziativa che mettesse gli agricoltori nelle condizioni di smaltire il materiale utilizzato nei campi a costi e con modalità più sostenibili, soprattutto attraverso accordi con i consorzi delle aziende di raccolta e smaltimento dei rifiuti".

I teloni che coprono i vigneti svolgono una funzione fondamentale: proteggono le piante e sono utili al processo di sviluppo dell'uva.

"L'accordo è senza dubbio un fulgido esempio di buona politica - fa notare Peppe Creanza, direttore di CIA Levante - È del tutto evidente che quando la politica si mette al servizio della comunità si traggono vantaggi per tutti, per le famiglie, per le imprese e per le amministrazioni pubbliche. La questione dei rifiuti andava affrontata senza colpevolizzare né i produttori né uno strumento che, in quanto tale, deve essere utilizzato nel modo migliore e poi smaltito seguendo i dettami della normativa. Per questo non possiamo che esprimere viva soddisfazione per questo accordo".
  • Cia Puglia
Altri contenuti a tema
Olivicoltura in crisi, Cia Puglia e Op fanno appello alla Regione Olivicoltura in crisi, Cia Puglia e Op fanno appello alla Regione Presentato all'assessore Pentassuglia un decalogo di richieste per denunciare e risolvere i problemi che attanagliano il settore
Puglia olivicola in crisi, CIA: “Tavolo regionale per misure urgenti” Puglia olivicola in crisi, CIA: “Tavolo regionale per misure urgenti” Evidenziati prezzi bassi ma alti costi, scarsa manodopera e problematiche climatiche e strutturali
Agricoltura pugliese senza manodopera, l'allarme di CIA Puglia Agricoltura pugliese senza manodopera, l'allarme di CIA Puglia Forti ritardi nelle istruttorie delle richieste con il Decreto Emersione, inattuato il Decreto Flussi
Agricoltura senz'acqua nella Bat. Cia Puglia: "Persi finanziamenti, è emergenza idrica" Agricoltura senz'acqua nella Bat. Cia Puglia: "Persi finanziamenti, è emergenza idrica" Nessun progetto idrico per il territorio presentato nell'ambito del PNRR. “Si intervenga per ovviare a eventuali inadeguatezze delle strutture commissariali”
Uva da tavola,  Cia Puglia: “Crisi di sistema” Uva da tavola, Cia Puglia: “Crisi di sistema” Ai produttori riconosciuti prezzi medi inferiori a quelli del 2020, Carrabba: “Punto di non ritorno”
Siccità, CIA Puglia: "Regione chieda lo Stato di Calamità" Siccità, CIA Puglia: "Regione chieda lo Stato di Calamità" Diciannovemila apicoltori pugliesi chiedono interventi e sostegno, le api custodi di biodiversità
Puglia agricola, CIA Puglia denuncia: "Costi di produzione insostenibili" Puglia agricola, CIA Puglia denuncia: "Costi di produzione insostenibili" In difficoltà tutti i settori, le incognite per la stagione dell’uva e quella olivicola
Cia Puglia: “La regione si desertifica, col PNRR occorrono invasi e depuratori” Cia Puglia: “La regione si desertifica, col PNRR occorrono invasi e depuratori” Carrabba: “Questione idrica centrale: senz’acqua, agricoltura e zootecnia destinate a sparire”
© 2001-2021 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.