Eternit
Eternit
Politica

Strutture in amianto, entro il 24 aprile l'autonotifica obbligatoria

Lo comunica il consigliere regionale Filippo Caracciolo

Il consigliere regionale e Presidente della V Ecologia, Tutela del Territorio e delle Risorse Naturali, Difesa del suolo, Risorse Naturali, Urbanistica, Lavori Pubblici, Trasporti, Edilizia Residenziale della Regione Puglia Filippo Caracciolo è intervenuto ricordando il termine ultimo per la presentazione della scheda di autonotifica in ordine al Piano Regionale Amianto approvato con deliberazione n. 908 del 6 Maggio 2015. "Entro il 24 aprile prossimo - ricorda Caracciolo - è obbligatorio inviare, attraverso il Portale Amianto della Regione Puglia, apposita autonotifica obbligatoria delle superfici dei manufatti in amianto. L'obbligo di comunicazione è un adempimento necessario per completare il censimento dell'amianto presente sul territorio pugliese ed è a carico dei possessori di manufatti in amianto, sia in matrice friabile che compatta. È possibile compilare la scheda di autonotifica direttamente tramite il Portale Ambientale della Regione Puglia consultando la pagina http://www.sit.puglia.it/portal/portale_orp/Piano+Amianto".

"I siti non censiti potranno essere oggetto di segnalazioni effettuate con le modalità del monitoraggio sociale e/o dalle Polizie Municipali e Provinciali e dalle Forze dell'Ordine; la mancata comunicazione di autonotifica, entro il termine del 24 aprile 2017, comporta l'applicazione di una sanzione aggiuntiva rispetto a quelle definite dallo Stato, a carico dei soggetti proprietari pubblici e privati inadempienti. Al detentore/proprietario, che avrà omesso di procedere alla autonotifica obbligatoria, saranno applicate le sanzioni amministrative pecuniarie, previste dall'art. 15 della L. 27 marzo 1992, n. 257 (fino a 25.000 euro), nella misura del massimo edittale ed egli sarà, come da normativa vigente, obbligato alla messa in sicurezza o bonifica. Il Piano regionale di protezione dell'Ambiente, decontaminazione, smaltimento e bonifica ai fini della difesa dei pericoli derivanti dall'Amianto in Puglia - conclude il consigliere regionale del PD, Filippo Caracciolo - mira altresì a completare il quadro complessivo della conoscenza del rischio amianto trasferendo la stessa anche alla popolazione interessata e proseguendo l'incisa azione orientata ai lavoratori operanti in interventi di rimozione, di trattamento e di smaltimento, mediante azioni di informazione e sensibilizzazione e formazione dei soggetti coinvolti dai rischi derivanti dall'esposizione delle fibre".
  • amianto
  • filippo caracciolo
Altri contenuti a tema
Caracciolo: “Emergenza criminalità, serve attenzione per la BAT” Caracciolo: “Emergenza criminalità, serve attenzione per la BAT” La nota del consigliere regionale
Caracciolo: "Abitare sostenibile, finanziamenti anche per San Ferdinando di Puglia" Caracciolo: "Abitare sostenibile, finanziamenti anche per San Ferdinando di Puglia" Contributi per i progetti di Arca Capitanata
1 Filippo Caracciolo: «OSS, ancora aspetti da chiarire» Filippo Caracciolo: «OSS, ancora aspetti da chiarire» «Rappresentano una parte fondamentale del nostro sistema sanitario e meritano rispetto»
1 Caracciolo: «Chiarezza per i contratti OSS della ASL BT» Caracciolo: «Chiarezza per i contratti OSS della ASL BT» Interviene il candidato al consiglio regionale nella lista del Pd
1 Caracciolo: «Bando sport e periferie, un’occasione da non perdere» Caracciolo: «Bando sport e periferie, un’occasione da non perdere» Le domande possono essere inoltrate a partire dal 20 luglio
L'assessore regionale all'ambiente Filippo Caracciolo si dimette L'assessore regionale all'ambiente Filippo Caracciolo si dimette Dopo la notizia dell'indagine, Emiliano affida le sue deleghe a Piemontese
Regione, Ambiente e Rifiuti: l'ass. Caracciolo il 30 novembre incontrerà la provincia Bat Regione, Ambiente e Rifiuti: l'ass. Caracciolo il 30 novembre incontrerà la provincia Bat Regione e territori a confronto per massima condivisione sul tema ambientale
Fermata di San Ferdinando, Caracciolo: «Nessuna soppressione della fermata» Fermata di San Ferdinando, Caracciolo: «Nessuna soppressione della fermata» E' il consigliere regionale del PD e Presidente della V Commissione a tranquillizzare i pendolari
© 2001-2021 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.