Veduta aerea San Ferdinando di Puglia
Veduta aerea San Ferdinando di Puglia
Vita di città

Ecotassa in Puglia: a San Ferdinando uno dei costi più bassi della Regione

Aliquota al 6,97 come Margherita. A Minervino e Spinazzola si arriva a 25,82

Tra le diverse notizie che tengono banco ad inizio anno, ne arriva una positiva per la Città di San Ferdinando di Puglia: la tanto attesa Ecotassa della Regione Puglia, il tributo speciale per il conferimento in discarica dei rifiuti solidi urbani dovuto per l'anno 2015, grazie alle percentuali di Raccolta Differenziata del comune sanferdinandese, sarà uno dei più bassi della Regione Puglia. Con determina dirigenziale del 17 dicembre scorso, infatti, il Dirigente della Sezione Ciclo Rifiuti e Bonifica, ha tracciato un punto della situazione sui rifiuti in Puglia e sulle aliquote da pagare per l'anno 2015.

A San Ferdinando di Puglia toccherà un'aliquota pari a 6,97 così come Margherita di Savoia nella BAT. Ad Andria, Barletta e Canosa, invece, il 5,17. A Trinitapoli toccherà l'aliquota più bassa in assoluto con 5,00. Tutti i comuni pugliesi sono, infatti, racchiusi in un range che va proprio da 5,00 a 25,82 per i comuni meno virtuosi. Nella BAT la cattiva sorte tocca a Minervino e Spinazzola entrambi i comuni, infatti, pagheranno il massimo dovuto. Restano nel limbo e con aliquote alte sia Bisceglie che Trani con 15.

Il tributo speciale, lo ricordiamo, si applica quando i rifiuti solidi vengono conferiti in discarica, smaltiti in impianti di incenerimento senza recupero di energia, abbandonati o scaricati in depositi incontrollati. L'ammontare dell'imposta è determinato moltiplicando il quantitativo di rifiuti conferiti in discarica (espresso in chilogrammi) per l'aliquota stabilita con legge regionale (per chilogrammo). La Città di San Ferdinando ha prodotto, nel 2015, quasi 6milioni di chilogrammi di rifiuti solidi urbani. Di questi quelli conferiti in discarica indifferenziati sono circa 2milioni. L'Ecotassa è a carico dei Comuni e rientra nel totale complessivo della TARI. L'applicazione dell'Ecotassa, rinviata più volte dalla Regione stessa, attribuirà un onere maggiore a carico dei Comuni, e quindi dei cittadini, che non realizzeranno gli obiettivi di raccolta differenziata prefissati dalla legge.
  • San Ferdinando di Puglia
Altri contenuti a tema
Ecco il 2016, l'anno giusto per lasciare indifferenza e trovare serenità Ecco il 2016, l'anno giusto per lasciare indifferenza e trovare serenità Gli auguri speciale ma "normali" di SanferdinandoViva e VivaSveva 24 ai lettori
San Ferdinando da vivere insieme: tutte le iniziative natalizie San Ferdinando da vivere insieme: tutte le iniziative natalizie Si parte giovedì 17 dicembre per arrivare sino al 16 gennaio 2016
Nuovo Piano Urbanistico Generale: un Consiglio Comunale ad hoc Nuovo Piano Urbanistico Generale: un Consiglio Comunale ad hoc Venerdì 25 settembre in aula per l'approvazione del documento strategico
Lavori di messa in sicurezza della viabilità nei pressi del Comune Lavori di messa in sicurezza della viabilità nei pressi del Comune Oltre 86mila euro a bando pubblico con scadenza il 29 settembre
Le premiazioni del Carciofo d'oro chiudono la Fiera Le premiazioni del Carciofo d'oro chiudono la Fiera Conclusa la 54^ edizione della manifestazione nazionale sull'agricoltura
Inaugurata la 54^ Fiera Nazionale del Carciofo Inaugurata la 54^ Fiera Nazionale del Carciofo Funziona la sinergia con il Gal Daunofantino. Migliaia i visitatori
Nuovo direttivo per Fratelli d'Italia a San Ferdinando Nuovo direttivo per Fratelli d'Italia a San Ferdinando Il partito legato a Giorgia Meloni avrà una propria sezione nella cittadina ofantina
Inaugurata la 54^ Fiera Nazionale del Carciofo Inaugurata la 54^ Fiera Nazionale del Carciofo Funziona la sinergia con il GAL Daunofantino, organizzatore dell'evento
© 2001-2022 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.