Latte e derivati
Latte e derivati
Territorio

La Brexit senza regole fa rischiare il trend positivo dell'agroalimentare pugliese

In pericolo non solo l'ortofrutta ma anche pasta, formaggi e l'olio d'oliva

L'ultima minaccia del premier inglese Boris Johnson sarebbe l'ennesima tegola per l'agroalimentare tricolore, con la Gran Bretagna che rischia di diventare il porto franco del falso Made in Italy in Europa per la mancata tutela giuridica dei marchi dei prodotti italiani a indicazioni geografica e di qualità (Dop/Igp) che rappresentano circa il 30% sul totale dell'export agroalimentare tricolore. E' l'allarme della Coldiretti in riferimento all'annuncio che il premier britannico Boris Johnson sarebbe pronto ad accettare controlli alle frontiere pur di non acconsentire all'imposizione dei regolamenti e degli standard europei sulle merci, come richiesto dalla Ue.

"Le esportazioni di prodotti agroalimentari dalla Puglia al Regno Unito sono aumentate del + 41,5 % negli ultimi 5 anni. Su un valore totale di 139 milioni di prodotti agroalimentari pugliesi esportati, oltre il 70% dell'export riguarda l'ortofrutta, pari a 97,5 milioni di euro, mentre si assiste ad un calo del 31% negli ultimi 5 anni delle importazioni dal Regno Unito. Per sostenere crescita e nuove opportunità di lavoro occorre investire sulla competitività del Made in Italy a partire dall'agroalimentare che è un elemento di traino per l'intera economia in Italia e all'estero", dice il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia.

Dopo il vino, continua Coldiretti Puglia, al secondo posto tra i prodotti agroalimentari italiani più venduti in Gran Bretagna c'è l'ortofrutta fresca e trasformata come i derivati del pomodoro, ma rilevante è anche il ruolo della pasta, dei formaggi e dell'olio d'oliva. Occorre, quindi, evitare l'arrivo di dazi e ostacoli amministrativi e doganali alle esportazioni Made in italy che nell'agroalimentare nel 2019 sono risultate stagnanti (+1%) anche per il progressivo rafforzamento della sterlina nel secondo semestre del 2019, aggiunge Coldiretti.

"Parallelamente sui mercati ci troviamo ad arginare iniziative come quella dell'etichetta a semaforo inglese – ha concluso il presidente Muraglia - legata principalmente all'azione di 4 grandi multinazionali del cibo come Coca cola, Pepsi Co, Mars e Nestlè, colossi che dispongono di risorse e leve pubblicitarie e commerciali finalizzate ad influenzare i comportamenti e gli orientamenti all'acquisto del consumatore medio. Con l'uscita dall'Unione Europea si teme anche che si affermi in Gran Bretagna una legislazione sfavorevole alle esportazioni agroalimentari italiane come ad esempio l'etichetta nutrizionale a semaforo sugli alimenti che si sta già diffondendo in gran parte dei supermercati inglesi", conclude il presidente Muraglia.
  • coldiretti puglia
Altri contenuti a tema
Gli italiani preferiscono le vacanze nei borghi. In Puglia i più belli d'Italia Gli italiani preferiscono le vacanze nei borghi. In Puglia i più belli d'Italia Enogastronomia, tradizioni e patrimonio paesaggistico protagonisti del turismo post covid
Allarme invasione parassiti e insetti "alieni" in Puglia. Coldiretti: «Strage nei campi» Allarme invasione parassiti e insetti "alieni" in Puglia. Coldiretti: «Strage nei campi» Conseguenza dei cambiamenti climatici in atto, il surriscaldamento e le barriere comunitarie colabrodo
Coldiretti: "Taglio dell'Iva su beni alimentari essenziali ha un effetto valanga sul carrello degli italiani" Coldiretti: "Taglio dell'Iva su beni alimentari essenziali ha un effetto valanga sul carrello degli italiani" Con riapertura di ristoranti, trattorie, osterie, agriturismi, cantine e bar ripresa delle esportazioni pugliesi
In Puglia il Natale profuma di primavera, il clima pazzo fa fiorire il pero In Puglia il Natale profuma di primavera, il clima pazzo fa fiorire il pero Il 2019 che dal punto di vista climatologico ha fatto registrare temperature bollenti
Agricoltura, burocrazia frena sviluppo rurale Agricoltura, burocrazia frena sviluppo rurale Ritardi, inadempienze e scaricabarile hanno condizionato negativamente la gestione regionale di PSR e Xylella
Provincia Bat: Prioritari gli interventi per scuole, strade e servizi alle fasce più deboli Provincia Bat: Prioritari gli interventi per scuole, strade e servizi alle fasce più deboli Rosa Cascella, vice Presidente provinciale aggiunge: "chiesto di sbloccare le procedure di reclutamento del personale"
Campagne pugliesi in balia di gruppi criminali: nella Bat è all’1,27% Campagne pugliesi in balia di gruppi criminali: nella Bat è all’1,27% La denuncia di infiltrazioni delinquenziali da parte di Coldiretti al Ministro Bellanova
Preoccupa il persistere delle alte temperature sulla nostra regione: irrigazione di soccorso nei campi a secco Preoccupa il persistere delle alte temperature sulla nostra regione: irrigazione di soccorso nei campi a secco Dagli ortaggi agli oliveti fino al foraggio la situazione non accenna a migliorare
© 2001-2020 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.