Pesche e luci in piazza per la quarta edizione di Pesché a San Ferdinando
Pesche e luci in piazza per la quarta edizione di Pesché a San Ferdinando
Cultura

La quarta edizione di Peschè a San Ferdinando è stata un successo

Venerdì e sabato in città professionisti del settore e artisti di vario genere per raccontare la pesca, eccellenza del territorio

Successo a San Ferdinando di Puglia per Pesché – giunto alla sua quarta edizione – l'evento tenutosi nelle due giornate di venerdì 5 e sabato 6 luglio presso Piazza Papa Giovanni Paolo II che ha celebrato le eccellenze del territorio, in modo particolare la pesca.

L'evento é stato organizzato dalla Pro Loco in collaborazione con l'Amministrazione comunale per sostenere la buona alimentazione informazioni ulteriori inerenti vari settori tra cui quello ortofrutticolo.

"Pesché e anche un racconto, è il racconto di noi, da dove veniamo, chi siamo. E chi siamo? I nostri avi erano pescatori che si sono spezzati la schiena per coltivare questi terreni perché Ferdinando Re di Borbone ha trasferito famiglie in questa zona collinare salubre, sana, perché quelle da dove provenivano erano malsane, malariche. Ecco che grazie ai contadini, agli agricoltori e a quella fatica che San Ferdinando continua in questo cammino. La pesca di San Ferdinando ha raggiunto non solo i mercati nazionali, ma anche europei. Ma noi vorremmo convincere il mondo che la nostra pesca è la panacea per ogni problema, dalla salute alla bellezza" – inizia così, introducendo l'evento, la presidente della Pro Loco nella persona della prof.ssa Angela Camporeale.

Presenti anche l'assessore alle Politiche sociali Cinzia Petrignano e la consigliera comunale delegata all' Agricoltura Grazia Capriuoli.
Peschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di PugliaPeschè a San Ferdinando di Puglia
Nel corso delle due giornate sono stati presenti esperti in vari settori dalla nutrizione, alla fertilità, alla dermatologia, fino ad arrivare al settore agricolo e cosmetico.

La pesca e i segreti della longevità

Nella giornata di venerdì il talk ha riguardato "I segreti della longevità". Sono intervenuti durante la conduzione del dott. Carlo Casamassima: la dott.ssa Anna Borraccino (Biologa Nutrizionista e della Riproduzione, Esperta in Fertilità e PMA), il dott. Alessandro Sfregola (Medico Chirurgo Nutrizionista), il dott. Salvatore Grieco (Dermatologo e Medico di Medicina Generale), la dott.ssa Annalisa Zenzola (Geriatra), la dott.ssa Micaela Abbinante (Dirigente Responsabile UOSVD Informazione).

Ci si è soffermati sulla preparazione alla gravidanza con la dott.ssa Borraccino, specificando come sia importante che sia la mamma che il papà si preparino almeno tre mesi prima sostenendo un'alimentazione corretta che influisce sul bambino che verrá. Si è parlato anche. Di prodotti sconsigliati, come quelli avvolti dalla plastica o merendine confezionate ad alto scompenso calorico. Sono stati dati consigli su una buona colazione che dovrebbe prevedere frutta – tra cui pesche – piuttosto che merendine e anche uova. È stato inoltre messo in primo piano anche un altro prodotto che caratterizza la cittadina di San Ferdinando: l'olio extravergine d'oliva, ben accetto anche nelle diete: "preferibilmente crudo, che consente di trascinare le vitamine liposolubili delle verdure che si sciolgono nei grassi" – afferma il dott. Sfregola. Con la dott.ssa Zenzola ci siamo spostati verso il tema della vecchiaia: "ognuno di noi ha un'età biologica e un diverso tipo di invecchiamento – ci sono a riguardo 3 segreti – mangiare bene, fare sport, avere una vita sociale attiva che porta alla stimolazione cognitiva". La dott.ssa Abbinante ha invece parlato della differenza con il passato e della presenza dei social e delle fake news che hanno portato a rendere le notizie più drammatiche. Spiegando come – ad oggi – "l'immagine comunica prima del testo scritto" e che quindi i social diventano mezzi più utili per raggiungere soprattutto i giovani.

L'innovazione e la valorizzazione della pesca

Nella giornata di sabato 6 luglio il talk show ha invece riguardato la protagonista dell'evento: la pesca. Si sono susseguiti nel corso della serata professionisti come: il dott. Agr. Carmelo Mennone (Azienda agricola sperimentale dimostrativa Pantanello ALSIA Basilicata), il prof. Germinara Giacinto Salvatore (prof. Ordinario Entomologia generale e applicata), Giorgio Mercuri (Presidente Confcooperative Puglia), Marco Gasparelli (Responsabile Comunicazione e Marketing e Web designer), Angela Cascavilla (imprenditrice agricola) e Patuto Patrizia Anna (di Donne Coldiretti Foggia). Il tutto condotto da Salvatore Stella.

Si è dunque trattato il tema del pesco e delle sue tante varietà: "In passato le pesche erano mezze gialle e mezze rosse, adesso invece sono tutte molto simili nell'aspetto, ma ovviamente con un gusto differente l'una dall'altra" – per fidelizzare il produttore, ci spiega il dott. Mennone. Ci spiega inoltre quanto sia importante lavorare sulla qualità, piuttosto che sulla quantità e di come la richiesta e il consumo di pesche sia in netto aumento rispetto alle nettarine che: "non hanno sfondato a livello commerciale". Si è parlato inoltre dei danni dei parassiti con il prof. Germinara che ha elencato alcuni degli stessi: "Miridi, Tripidi, Cimici, Afidi, Mosca della frutta, Capnode, tignole" – il tutto mostrato attraverso immagini ben chiare.

Agricoltura in rosa

Si è poi passati al "mondo in rosa" del settore agricolo in cui – spiegando come la percentuale di donne che lavorano la terra al pari degli uomini sia in crescente aumento – ha fatto capolino Angela Cascavilla, un'imprenditrice agricola che produce cosmesi utilizzando anche le pesche. Lei insieme alle sue due sorelle gestiscono un'azienda in cui creano prodotti per il viso, per la pelle, per il corpo: "Noi figlie abbiamo dimostrato a nostro padre – il primo ad avere questa idea – che anche noi, in quanto donne, eravamo capaci di lavorare nel mondo agricolo. Io ho imparato a guidare il muretto e il trattore per dimostrare anche a chi non credeva in me, che anche io potevo farcela". Si è poi passati a colei che ha rappresentato Coldiretti donne - Patuto Patrizia Anna – la quale spiega: "Coldiretti donne riesce a mettere insieme diverse faccedell'agricoltura, diverse imprenditrici. Tante attività messe in campo a livello sociale, di educazione alimentare, ambientale. Attenta alle varie problematiche femminili".

Mostra pomologica, canti, balli e racconti

L'evento ha accolto anche una mostra pomologica nella quale sono stati esposti circa 46 tipi di pesche e altri prodotti tipici del paese, tra cui albicocche e uva. L'evento, nelle due giornate è stato arricchito anche con momenti di musica – tra ballo e canto – e con racconti al chiaro di luna a cura di Liliana Di Nuzzi e Carmela Termine. Hanno inoltre 'prestato' la voce a dei brevi racconti legati alla terra, alle origini dei sanferdinandesi: l'attrice trinitapolese Rosa Tarantino, l'attore di origini sanferdinandesi Gerry Mastrodomenico e l'ormai celebre Tonino Cristiano. Gli stessi racconti sono stati inoltre impreziositi dall'apparizione di un bambino - Giuseppe Antonio Capodivento - che è corso in piazzetta con una leva in mano chiedendo alla sua mamma di raccontargli la storia che 'gli raccontava sempre'.
  • pesca
Altri contenuti a tema
A San Ferdinando la quarta edizione di Pesché A San Ferdinando la quarta edizione di Pesché Venerdì e sabato le eccellenze del territorio dell’agricoltura in mostra
Promozione e territorio: ecco "Peschè 2023" Promozione e territorio: ecco "Peschè 2023" La terza edizione della fiera si svolgerà a metà luglio. Finanziamento regionale di 25mila euro per l'organizzazione dell'evento
Coldiretti: «Quasi 8 pesci su 10 sulle tavole sono stranieri» Coldiretti: «Quasi 8 pesci su 10 sulle tavole sono stranieri» La denuncia dell'associazione: «Spesso i consumatori non ne sono a conoscenza»
Temperature anomale, triplicato il numero dei cormorani Temperature anomale, triplicato il numero dei cormorani L'analisi di Coldiretti sugli effetti della presenza massiccia degli uccelli che mettono a repentaglio la conservazione della fauna ittica
"Miglio 0", Coldiretti promuove la pesca trasparente "Miglio 0", Coldiretti promuove la pesca trasparente L'80% del prodotto venduto in Italia giunge dall'estero ma spesso i consumatori non lo sanno
Pesca, allevamento e peste suina: la Lega chiede misure straordinarie Pesca, allevamento e peste suina: la Lega chiede misure straordinarie Rocco Prete, responsabile regionale del Dipartimento caccia e pesca del Carroccio, avverte sul rischio in arrivo
© 2001-2024 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.