Acqua
Acqua
Territorio

Un nuovo acquedotto tra Ofanto, Fortore e Locone. Passerà per San Ferdinando

Il via libera dalla giunta regionale. L'opera si estenderà per 61 chilometri tra Canosa di Puglia e Foggia, garantendo l'alimentazione dei comuni della fascia costiera fino a Bari

La giunta regionale pugliese ha recentemente rilasciato l'autorizzazione paesaggistica per le opere di interconnessione necessarie alla realizzazione del nuovo acquedotto del Fortore, Locone e Ofanto.

Si sblocca così un'opera attesa per mettere in rete i grandi adduttori di acqua presenti sul territorio: lo schema idrico potabile del Fortore e quello dell'Ofanto-Locone saranno collegati.

L'intervento è finanziato con fondi Pnrr "Investimenti in infrastrutture idriche primarie per la sicurezza dell'approvvigionamento idrico", per la quota parte di 37.6 milioni di euro, mentre la restante parte sarà finanziata con fondi provenienti dalla tariffa.

«La Puglia, che riceve l'acqua potabile da diverse fonti e bacini distanti tra loro centinaia di chilometri, con questa opera potrà quindi essere più al sicuro dagli sbalzi di approvvigionamento, collegando le fonti a nord con quelle più a sud» ha spiegato Raffaele Piemontese, vicepresidente della Regione e assessore alle infrastrutture. «La risorsa idrica infatti dovrà sempre più essere calibrata con precisione per limitare il più possibile gli sprechi e le conseguenze del cambiamento climatico».

Attraverso l'interconnessione tra i due schemi idrici si potrà, tra l'altro, rendere possibile l'alimentazione integrativa della Capitanata con le acque dello schema Ofanto-Locone in corrispondenza del nodo idraulico di Foggia, sia a regime che in emergenza; garantire l'alimentazione dei popolosi comuni della fascia costiera sino a Bari (capoluogo compreso) con le acque dell'acquedotto del Fortore, sia a regime sia in caso di riduzione della disponibilità idrica degli schemi Ofanto-Locone e Sele-Calore grazie anche al funzionamento bidirezionale della conduttura; gestire, con minori impatti sul servizio, i "fermo-impianto" dei potabilizzatori o le interruzioni programmate e non programmate sulle tubazioni.

L'opera si estenderà per una lunghezza complessiva di circa 61 km, con origine da Canosa di Puglia e termine nel nuovo serbatoio di Foggia, interessando anche il territorio di San Ferdinando di Puglia, Cerignola, Orta Nova, Carapelle, Troia e Foggia .

Con l'autorizzazione paesaggistica rilasciata dalla giunta regionale si potrà completare e aggiornare il progetto e avviare così la verifica della procedura d'appalto. Acquedotto Pugliese prevede di appaltare i lavori entro il prossimo giugno e di ultimarli entro il quarto trimestre 2026.
  • regione puglia
  • acquedotto pugliese
  • acqua
  • Raffaele Piemontese
  • Ofanto
Altri contenuti a tema
Grande caldo in Puglia, ordinanza della Regione per i lavori in agricoltura Grande caldo in Puglia, ordinanza della Regione per i lavori in agricoltura Il presidente Emiliano ha firmato il provvedimento: ecco i dettagli
Piemontese firma l'ordinanza, spiagge aperte dal 3 giugno in Puglia Piemontese firma l'ordinanza, spiagge aperte dal 3 giugno in Puglia Confermato l'invito a evitare di fumare negli spazi esterni degli stabilimenti
Approvata la relazione sociale regionale Approvata la relazione sociale regionale L'assessore Barone: «Uno strumento di monitoraggio per la valutazione delle azioni future»
Il consiglio regionale approva una mozione contro gli alimenti "Frankenstein" Il consiglio regionale approva una mozione contro gli alimenti "Frankenstein" Coldiretti: «Raccolte già 40 mila firme in Puglia»
Il Coordinamento regionale autismo chiede un incontro al presidente Emiliano Il Coordinamento regionale autismo chiede un incontro al presidente Emiliano «Mancano servizi, strutture e competenze. Il tempo delle attese e della pazienza è finito»
17.5 milioni per il riammodernamento della viabilità rurale in Puglia 17.5 milioni per il riammodernamento della viabilità rurale in Puglia L'assessore regionale Pentassuglia: «Un'opportunità che i comuni devono sfuttare»
La giunta regionale sblocca i fondi per il nuovo ospedale del nord barese La giunta regionale sblocca i fondi per il nuovo ospedale del nord barese Pronto l'anticipo del 5% necessario per la progettazione della struttura
Lavori Aqp, possibili disagi in città. Dettagli Lavori Aqp, possibili disagi in città. Dettagli Sarà garantita una fornitura integrativa d'acqua mediante autobotti
© 2001-2024 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.