Vaccino
Vaccino
Attualità

Vaccinazione domiciliare, Delvecchio: «Felici di aiutare i pazienti in questo momento»

Le parole del segretario provinciale della Federazione italiana dei medici di medicina generale

«Siamo molto felici di poter ancora una volta metterci a disposizione dei nostri pazienti in questo momento terribile a livello pandemico attraverso lo snodo fondamentale delle vaccinazioni domiciliari per chi è impossibilitato ad uscire di casa come le persone anziane». Così, all'indomani della partenza della vaccinazione domiciliare curata dai medici di famiglia in collaborazione con la ASL Bt, il dottor Benedetto Delvecchio segretario provinciale della provincia di Barletta-Andria-Trani della Fimmg la Federazione italiana dei medici di medicina generale.

«Grazie alla sinergia con la direzione generale della ASL Bt e alla pronta disponibilità di colleghe e colleghi delle città della nostra sesta provincia abbiamo avviato questa importante operazione di vaccinazione domiciliare in tutti quei contesti previsti dalla legge. Preciso che abbiamo inoculato anche vaccini Pfizer nel rispetto rigoroso delle norme previste dai protocolli in materia.

A nome dei colleghi coinvolti e mio personale desidero far presente che siamo, come sempre dall'inizio di questa pandemia da Covid 19, a completa disposizione dei pazienti e ben lieti di collaborare con la Asl Bt. In questo momento il nostro auspicio è che tutta la medicina del territorio sia coinvolta nella campagna di vaccinazione, solo così potremo lasciarci alle spalle un lungo periodo di dolore e sofferenza e riprenderci la nostra vita», ha precisato il segretario Delvecchio.

La conclusione: «Invito tutti ad essere estremante attenti e rispettosi delle norme comportamentali per combattere al meglio la pandemia in corso. Non è possibile avere alcun tipo di tentennamento il numero dei contagi giornalieri è più che un campanello di allarme. Basta con gli assembramenti. La mascherina e distanziamento sociale rimangono due elementi essenziali per la lotta al Coronavirus. Così come ribadito dall'Oms (Organizzazione mondiale della Sanità) lavarsi le mani è un vero e proprio salva la vita. Bisogna lavarsi le mani spesso e accuratamente con acqua e sapone per ameno 40 -60 secondi. Se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcol con almeno il 60%. Il virus entra nel corpo attraverso gli occhi, il naso e la bocca, quindi evitare il contatto con le mani non lavate».
  • Vaccino Anticovid
Altri contenuti a tema
Vaccini per over 60 senza prenotazione, ma domani solo per i nati nel 1942 Vaccini per over 60 senza prenotazione, ma domani solo per i nati nel 1942 La nota esplicativa della Regione
Piano vaccini, entro sabato prima dose per tutti gli over 80 della Bat Piano vaccini, entro sabato prima dose per tutti gli over 80 della Bat Priorità in Puglia a persone con malattie rare e pazienti oncologici
Piano vaccinale, Montanaro: «In arrivo nuove dosi Pfizer, l'accelerazione è possibile» Piano vaccinale, Montanaro: «In arrivo nuove dosi Pfizer, l'accelerazione è possibile» Le indicazioni sulle tempistiche del direttore del Dipartimento Salute alle Asl pugliesi
A Pasqua somministrati oltre 5000 vaccini per caregiver e familiari di disabili gravi A Pasqua somministrati oltre 5000 vaccini per caregiver e familiari di disabili gravi Al via anche la campagna vaccinale per i pazienti onco-ematologici
A Pasqua e Pasquetta vaccino per caregiver e famiglie di minori disabili A Pasqua e Pasquetta vaccino per caregiver e famiglie di minori disabili Per proteggere e immunizzare chi si prende cura di una categoria fragilissima di persone prevista dal Piano vaccinale
Vaccini, interviene anche Cgil: «No a spostamenti da San Ferdinando a Margherita» Vaccini, interviene anche Cgil: «No a spostamenti da San Ferdinando a Margherita» «Necessario indicare strutture in ciascun comune della Bat»
La Puglia ti vaccina, al via le adesioni dai 79 ai 60 anni su piattaforma, numero verde e farmacup La Puglia ti vaccina, al via le adesioni dai 79 ai 60 anni su piattaforma, numero verde e farmacup Le vaccinazioni per fragilità saranno a cura dei medici di medicina generale e dei centri specialistici di riferimento
Vaccino anti-Covid, non servirà prenotarsi per le persone tra 60 e 79 anni Vaccino anti-Covid, non servirà prenotarsi per le persone tra 60 e 79 anni La data sarà fissata direttamente dalla Regione. I cittadini dovranno solo confermare
© 2001-2021 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.