Agricoltura
Agricoltura
Cronaca

Lavoro nero, blitz degli ispettori nell'agro di San Ferdinando

Attività condotte dagli Ispettorati di Foggia, Napoli, Campobasso e Isernia. 21 le violazioni riscontrate sul territorio del Tavoliere meridionale

Sette aziende agricole, su 14 sottoposte a controlli nel territorio fra la Bat e il foggiano sono state sospese a causa dell'accertato impiego di manodopera in nero. È quanto emerso all'esito delle verifiche condotte, in particolare nelle campagne di Margherita di Savoia, Trinitapoli e San Ferdinando di Puglia, nell'ambito del progetto multi-agenzia Su.pr.eme., finanziato dalla Commissione Europea e coordinato dal ministero del lavoro e delle politiche sociali.

In azione una task force coordinata dall'Ispettorato territoriale del lavoro di Foggia, in collaborazione con l'Ispettorato interregionale di Napoli e con gli organi territoriali di Campobasso e Isernia, oltre che i militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia, assistiti dai mediatori culturali messi a disposizione dall'Oim (organizzazione internazionale per le migrazioni).

La prima fase dell'attività di vigilanza straordinaria si è svolta nel periodo compreso tra l'11 e il 24 luglio ed ha interessato i campi nei quali erano in corso diverse attività agricole - tra le quali anche la raccolta del pomodoro - con l'impegno di numerosi lavoratori extracomunitari.

Nel corso degli accertamenti sono state verificate le posizioni lavorative di 64 braccianti, 47 dei quali provenienti da Paesi extra Unione Europea. Nel caso di 21 lavoratori, gli ispettori hanno riscontrato violazioni in materia di lavoro e legislazione sociale, nonché di sicurezza sui luoghi di lavoro. 17 gli occupati in nero, tra i quali 5 braccianti agricoli provenienti da Paesi extra-Ue privi di permesso di soggiorno per motivi di lavoro. L'attività di vigilanza straordinaria é ancora in corso, per verificare ulteriori ipotesi di irregolarità, con particolare riferimento a casi di sfruttamento lavorativo.
  • agricoltura
  • lavoro nero
  • caporalato
Altri contenuti a tema
Massimo Del Core nuovo presidente Confagricoltura Bari-Bat Massimo Del Core nuovo presidente Confagricoltura Bari-Bat 46 anni, succede a Michele Lacenere. «Un dovere essere accanto alle nostre aziende soprattutto in questa fase»
Pericolo siccità, netto calo della produzione agricola in Puglia Pericolo siccità, netto calo della produzione agricola in Puglia I dati preoccupanti forniti da Coldiretti
Caldo torrido in Puglia, ordinanza urgente per i lavori in agricoltura Caldo torrido in Puglia, ordinanza urgente per i lavori in agricoltura Le temperature potrebbero toccare anche i 43 gradi. Vietata l'esposizione nei campi nelle ore di picco
Gasolio agricolo, costi insostenibili: 1.40 euro al litro. Mobilitazione Cia Puglia Gasolio agricolo, costi insostenibili: 1.40 euro al litro. Mobilitazione Cia Puglia Sicolo: «Necessario un Tavolo Verde permanente»
Un convegno sui contributi del Pnrr per l'agricoltura nella Bat Un convegno sui contributi del Pnrr per l'agricoltura nella Bat Fra gli ospiti l'assessore regionale Pentassuglia
Agriturismi in Puglia, crescita del 2% Agriturismi in Puglia, crescita del 2% Coldiretti: «Serve una strategia unica di accoglienza»
Futuro e innovazione, via all'Agriacademy di Coldiretti in Puglia Futuro e innovazione, via all'Agriacademy di Coldiretti in Puglia Scuola strategico-politica diretta agli imprenditori under 30
Coldiretti stringe i tempi sulla diffusione delle rinnovabili in agricoltura Coldiretti stringe i tempi sulla diffusione delle rinnovabili in agricoltura Già coinvolti in Puglia 200 produttori di energia per un totale di 283 impianti superiori ai 20 KW
© 2001-2022 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.