Disabilità
Disabilità
Enti locali

​Riparte il servizio di assistenza specialistica per studenti disabili della BAT

Si attende l'ok della Conferenza dei Sindaci al Bilancio di previsione 2015

«Ancora pochi giorni di attesa e presto ripartirà il servizio di assistenza specialistica socio-educativa, con educatori professionali specializzati, per gli studenti diversamente abili che frequentano le scuole superiori di competenza provinciale». Lo annuncia il Presidente della Provincia di Barletta - Andria - Trani Francesco Spina. «Purtroppo, le note ristrettezze economiche in cui versano tutte le Province italiane ci hanno costretto ad attendere qualche settimana prima della riattivazione del servizio - ha aggiunto il Presidente della Provincia Francesco Spina -. Da parte nostra, però, abbiamo fatto tutto il dovuto perché l'iter fosse riavviato ed anche quest'anno fosse garantita l'assistenza specialistica per gli studenti diversamente abili. Per questo, con un emendamento al Bilancio di Previsione presentato nella seduta di Consiglio provinciale dello scorso 30 ottobre, abbiamo rimpinguato le risorse destinate a questa attività. Ora attendiamo solo che il Bilancio sia sottoposto al vaglio della Conferenza dei Sindaci nella giornata di domani e torni mercoledì definitivamente in Consiglio per la sua definitiva approvazione. Dal giorno dopo, poi, gli educatori selezionati lo scorso anno con apposito avviso pubblico potranno stipulare la convenzione con la Provincia ed il servizio potrà regolarmente ripartire».

L'incarico di "Educatore" consisterà nell'espletamento di attività ed interventi a carattere socio-educativo, formativo e relazionale, per favorire l'integrazione scolastica e sociale degli alunni con disabilità, frequentanti le scuole superiori provinciali e residenti nel territorio della Bat. Assieme al servizio di assistenza specialistica socio-educativa con educatori professionali specializzati, sarà come sempre garantito anche quello di assistenza alla comunicazione della lingua italiana dei segni, in favore degli alunni audiolesi. L'incarico di "assistente alla comunicazione", invece, consisterà nell'espletamento di attività d'interpretariato della lingua dei segni e mediazione comunicativa, finalizzata a migliorare la comunicazione tra alunno audioleso, compagni udenti ed insegnanti. «Si tratta di due servizi essenziali e prioritari, che ci consentono di garantire il diritto allo studio a studenti con particolari difficoltà, offrendo al contempo un'opportunità lavorativa a decine di professionisti, tra educatori ed assistenti alla comunicazione Lis, del nostro territorio» ha concluso il Presidente Spina.
  • provincia bat
  • disabilità
Altri contenuti a tema
Uffici periferici della Bat, Lodispoto: «Passo decisivo che vede i dieci Comuni in prima linea» Uffici periferici della Bat, Lodispoto: «Passo decisivo che vede i dieci Comuni in prima linea» Aggiunge: «Fa rumore l’assenza di “politici” che oggi esultano attribuendosi fantomatici meriti»
Disabili gravissimi e non autosufficienti, contributi prorogati a giugno Disabili gravissimi e non autosufficienti, contributi prorogati a giugno Sostegno di 800euro mensili per supportare famiglie e caregiver
Allarme criminalità dilagante nella Bat, Nitti: «Una provincia depredata» Allarme criminalità dilagante nella Bat, Nitti: «Una provincia depredata» L'analisi del Procuratore della Repubblica in merito alla grave situazione della nostra provincia
Progetti di Vita Indipendente e Dopo di Noi, al via l'invio di istanze Progetti di Vita Indipendente e Dopo di Noi, al via l'invio di istanze Attiva la prima finestra per richiedere contributi a favore di persone con disabilità grave
"Il Gusto dell'inclusione", il progetto della Bat contro devianza e dispersione scolastica "Il Gusto dell'inclusione", il progetto della Bat contro devianza e dispersione scolastica Fra le attività in streaming per i giovani, la maratona di solidarietà “Aggiungi un pasto a tavola”
Natale, rafforzati i controlli a San Ferdinando e nella Bat Natale, rafforzati i controlli a San Ferdinando e nella Bat Il Prefetto Valiante ha inoltre richiamato il senso di responsabilità dei cittadini
Qualità della vita, alla Bat bollino nero per lavoro e cultura Qualità della vita, alla Bat bollino nero per lavoro e cultura La nostra provincia è tra le ultime nella classifica del Sole24Ore
Indice della criminalità. Quanto è sicura la provincia Bat? Indice della criminalità. Quanto è sicura la provincia Bat? Il report del Sole 24 Ore: nel 2019 Bat prima in classifica per furti d'auto e associazioni a stampo mafioso
© 2001-2021 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.