Coccinella
Coccinella
Vita di città

La coccinella, l'insetto porta fortuna fra storia e leggenda

Una dolce "invasione" a San Ferdinando di Puglia

Elezioni Regionali 2020
Si tratta di una fluttuazione della specie, secondo gli esperti non è anomalo che in un determinato periodo dell'anno si verifichi il rapido incremento di una popolazione ad esempio di insetti. Le cause possono essere tante, una di queste è probabilmente legata al clima dell'ultimo periodo caratterizzato da un improvviso cambio di temperatura che, con i primi flussi di aria calda, ha spinto gli animaletti primaverili a uscire dal letargo. A San Ferdinando di Puglia da giorni i cittadini stanno segnalato la presenza di sciami di coccinelle che si posano sulle piante all'interno delle proprie case. Nulla di pericoloso, non si tratta di scarafaggi ma piccoli animali con il guscio rosso o giallo e a puntini neri che la tradizione vuole portino fortuna. Infatti in diverse culture la coccinella è considerata una messaggera divina legata a Freyja, dea nordica della fertilità. Addirittura nel Medio Evo l'insetto venne accostato all'immagine cristiana della Madonna che in quel periodo veniva rappresentata con un mantello rosso. Si raccontava che i sette puntini neri tipici della coccinella comune rappresentavano le sette gioie e i sette dolori di Maria. Anche in numerose lingue europee la coccinella viene accomunata alla Vergine come "insetto" o "uccellino di Maria".

Magari possono non piacere a qualcuno ma è bene sapere che le coccinelle sono molto utili perché si cibano di insetti e afidi che infestano il verde che in genere viene piantato come ornamento sui balconi delle abitazioni. Assumono quasi una connotazione sacra anche in lingua ebraica con il nome di "piccolo cavallo di Mosè" o "piccolo messia".

I Coccinellidi appartengono all'ordine dei Coleotteri e sono presenti in tutto il mondo circa 6mila specie. Non ci sarebbe motivo di cacciarle dal balcone o dal giardino, ma se proprio non si riesce a sopportarle è bene rivolgersi a un esperto. È vietato usare pesticidi o toccarle con le mani, in questo modo si andrebbe a uccidere uno dei più grandi alleati che madre natura ha fornito all'uomo, inoltre la carcassa delle coccinelle attirerebbe altri insetti predatori con un risultato nettamente peggiore.
  • Natura
Altri contenuti a tema
Al via le ferie "solidali" nella Asl Bat Al via le ferie "solidali" nella Asl Bat Delle Donne: «Strumento di solidarietà concreta»
Accesso controllato dei visitatori alle strutture ospedaliere e territoriali Accesso controllato dei visitatori alle strutture ospedaliere e territoriali Direttore generale Delle Donne: «Una cauta riapertura»
L'Arcivescovo D'Ascenzo ai catechisti: «Grazie per il lavoro svolto durante il Covid» L'Arcivescovo D'Ascenzo ai catechisti: «Grazie per il lavoro svolto durante il Covid» «Il catechista condivide con i ragazzi e i genitori una relazione educativa nella fede ed è quanto mai impegnativo»
Buone notizie per i precari della sanità, estesi i requisiti Buone notizie per i precari della sanità, estesi i requisiti La nota della Fp Cgil Bat: "Dal 31 dicembre 2019 al 31 dicembre 2020 per la maturazione dei requisiti previsti dalla Legge Madia"
© 2001-2020 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.