Test sierologici
Test sierologici
Attualità

Covid e vacanze, che succede alla prenotazione con test positivo prima della partenza?

Le informazioni fornite dal Centro europeo consumatori

La nuova ondata di Covid, più o meno intensa in tutta l'Europa occidentale, ha portato diversi vacanzieri ad annullare le proprie vacanze o ad approcciarsi in modo più che titubante alle prenotazioni, per il timore di un eventuale contagio proprio nei giorni precedenti alla partenza. Ma cosa succede in caso di tampone positivo quando tutto è pronto per il viaggio?

Il Centro europeo consumatori (Cec) Italia spiega quali regole si applicano ai voli, ai pacchetti vacanze e alle prenotazioni alberghiere. Se la cancellazione è "legata al Covid" solo per via indiretta, nel senso che non si desidera più viaggiare perché si è preoccupati dell'infezione, non c'è alcun diritto legale alla cancellazione gratuita. In questo caso, si applicano le condizioni contrattuali della prenotazione dunque non è previsto rimborso in caso di disdetta dopo un pagamento anticipato.

Se invece c'è un'impossibilità oggettiva di usufruire della prenotazione a causa del virus, in Italia esiste un diritto al rimborso basato sulla regola civilistica dell'impossibilità sopravvenuta (art. 1463 del codice civile). Per esempio, i viaggiatori che non possono usufruire della prenotazione perché sono risultati positivi al test immediatamente prima della partenza o a cui è stato imposto un provvedimento di quarantena rientrano nell'ipotesi. Piccola precisazione: il risultato positivo del test deve essere provato ufficialmente tramite un test Pcr o antigenico effettuato da personale medico; i test antigenici rapidi effettuati dal viaggiatore stesso non sono validi.

Dunque, in base all'articolo 1463 del codice civile italiano, se è impossibile utilizzare il servizio, i consumatori non devono pagare una penale di cancellazione e gli acconti già versati devono essere rimborsati. Tuttavia, questo vale solo se l'hotel si trova in Italia o se il pacchetto è stato creato da un organizzatore italiano e quindi è applicabile la legge italiana. Se, invece, l'hotel si trova in un altro Paese o se il viaggio è stato prenotato con un tour operator straniero, può essere che la legge applicabile nel luogo di destinazione non preveda la possibilità di un rimborso.

Quindi, solo per viaggi all'estero c'è il rischio di non poter ricevere rimborsi in caso di mancata partenza a causa del contagio. In ogni caso, il consiglio è sempre quello di chiedere in sede di prenotazione direttamente alla struttura ricettiva di riferimento.
  • Coronavirus
  • Covid
Altri contenuti a tema
Vaccini anti-Covid, l'aggiornamento settimanale della situazione Vaccini anti-Covid, l'aggiornamento settimanale della situazione In crescita il numero delle quarte dosi somministrate
Covid, cade l'obbligo di mascherina sui mezzi pubblici Covid, cade l'obbligo di mascherina sui mezzi pubblici L'ultima proroga del Governo scadrà il 30 settembre
Vaccino anti-Covid, disponibile la nuova formula contro tutte le varianti Vaccino anti-Covid, disponibile la nuova formula contro tutte le varianti Non cambia la platea interessata dalle somministrazioni
Scuola, docenti no vax tornano in classe Scuola, docenti no vax tornano in classe Tutto il personale senza somministrazioni anti-Covid potrà riprendere il servizio
Scuola, stabilite le misure anti-Covid per il rientro: i dettagli Scuola, stabilite le misure anti-Covid per il rientro: i dettagli Ecco come studenti, docenti e personale Ata cominceranno il nuovo anno. Novità sulle mascherine
Quarta dose di vaccino, quando effettuarla dopo il contagio? Quarta dose di vaccino, quando effettuarla dopo il contagio? Le indicazioni in una circolare del ministero della salute
San Ferdinando, ecco dove e quando effettuare la vaccinazione anti-Covid San Ferdinando, ecco dove e quando effettuare la vaccinazione anti-Covid Una sede attualmente attiva in città
Vaccini, via alla quarta dose per over 60 e fragili Vaccini, via alla quarta dose per over 60 e fragili La Regione Puglia comincia ad adeguarsi alle nuove normative nazionali
© 2001-2022 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.