Chiusura
Chiusura
Attualità

Emergenza Covid, stop a feste e cerimonie. Chiuse palestre, cinema e teatri

Firmato il nuovo Dpcm del Presidente del Consiglio Conte

L'emergenza Coronavirus obbliga il Governo ad un "lockdown morbido". Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dopo un braccio di ferro con le Regioni su alcuni punti ha firmato il nuovo Dpcm, che sarà valido a partire da domani 26 ottobre fino al 24 novembre. Ecco le principali novità.

Palestre e piscine: sono sospese tutte le attività, fatta eccezione per i centri con presidio sanitario obbligatorio; permesse le attività sportive svolte all'aperto nel rispetto delle norme anti Covid. Chiusi gli impianti sciistici.

Bar e ristoranti: le attività dei servizi di ristorazione sono consentite dalle 5 del mattino alle 18. Per il consumo al tavolo è inserito il limite di 4 persone allo stesso salvo se conviventi. Resta possibile dopo le 18 la consegna a domicilio, e fino alle 24 anche l'asporto.

Cerimonie: resta possibile lo svolgimento di cerimonie religiose, ma sono vietate le feste conseguenti (non c'è più quindi la possibilità di festeggiare con 30 invitati). Le feste anche private sono vietate, mentre in casa è fortemente consigliato di non ricevere persone non conviventi.

Cinema e teatri: sono sospesi tutti gli spettacoli aperti al pubblico, compresi anche quelli all'aperto. Restano aperti, in ambito culturale, i musei.

Spostamenti: il nuovo testo non vieta spostamenti tra comuni o tra regioni, ma è fortemente consigliato farlo solo per validi motivi.

Attività: chiuse sale gioco, sale bingo, sale scommesse e casinò. Il commercio al dettaglio può continuare a svolgersi rispettando le norme che prevedono ingressi contingentati. Per le attività di servizi alla persona si rimanda alla decisione delle singole regioni in base alla situazione territoriale.

Scuola: continua a svolgersi in presenza l'attività scolastica per il primo ciclo di istruzione, per il secondo ciclo di istruzione saranno i territori a valutare il da farsi in base all'andamento dell'emergenza epidemiologica.

Trasporti pubblici: i presidenti di Regione devono valutare eventuale rimodulazione del servizio, in modo da evitare il sovraffollamento dei mezzi.

Sport: continuano le manifestazioni degli spot professionistici, ma a porte chiuse sia negli impianti sportivi al chiuso che all'aperto.
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Coronavirus, oltre 1000 positivi e 30 decessi in Puglia Coronavirus, oltre 1000 positivi e 30 decessi in Puglia Poco più di 4mila i test registrati
Coronavirus, meno tamponi ma oltre 900 i positivi in Puglia Coronavirus, meno tamponi ma oltre 900 i positivi in Puglia Si registrano anche 21 decessi
Coronavirus, oltre 1500 nuovi casi in Puglia e altri 30 decessi Coronavirus, oltre 1500 nuovi casi in Puglia e altri 30 decessi 182 i nuovi contagi nella Bat
Coronavirus, oltre 1700 nuovi casi e 48 decessi in Puglia Coronavirus, oltre 1700 nuovi casi e 48 decessi in Puglia Sono 15 i morti nella provincia Bat
Covid-19, 82 positivi a San Ferdinando di Puglia. Chiesta nuovamente la zona rossa Covid-19, 82 positivi a San Ferdinando di Puglia. Chiesta nuovamente la zona rossa Sinora cinque cittadini hanno perso la vita per gli effetti del virus
Covid, 52 decessi in un giorno. 1436 i nuovi casi in Puglia Covid, 52 decessi in un giorno. 1436 i nuovi casi in Puglia Nella Bat 200 nuovi contagi e 5 morti
Covid, altri 195 casi e 2 decessi nella provincia Bat Covid, altri 195 casi e 2 decessi nella provincia Bat In Puglia si registrano 1511 casi e 30 morti
Covid, giornata nera per la Puglia: 52 decessi e 1567 nuovi casi Covid, giornata nera per la Puglia: 52 decessi e 1567 nuovi casi 199 i contagi nella Bat
© 2001-2020 SanFerdinandoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SanferdinandoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.